Centro di formazione e Produzione teatrale

ECUBA


SAGGIO/SPETTACOLO ALLIEVI  SECONDA ANNUALITA' - ADULTI
Con Alessandra Gatto, Alessio Crivellaro, Antonio Amitrano, Francesca Ricci, Marisa Spatolisano, Martina Rosi Cappellani, Michela Iazzetta, Pierluigi Grenga, Silvia D'Amato, Valerio Ferrara, Vanessa Pistilli

tecnico di scena Davide Sfravara
allestimento e regia Stefano Furlan


La città di Troia è caduta. Ecuba, moglie del re Priamo e le altre donne di Ilio sono state ridotte in schiavitù dai Greci vincitori. Per assicurare il ritorno in patria, Achille pretende dai Greci il sacrificio, sulla sua tomba, di Polissena, figlia di Ecuba. E così sarà. Ma presto la regina farà un’altra amara scoperta.

Parte da questo assunto una delle storie più antiche del teatro. Protagonista è una madre e regina in disgrazia. Attorno a lei si muovono personaggi che testimoniano il costante rapporto tra padrone e servo. Euripide svuota di senso le sovrastrutture costruite dall’ideologia della guerra e declina in tutte le sue varianti l’efferatezza che si trasmette, come una malattia, dai vincitori ai vinti, dagli aggressori alle vittime e viceversa. La riduzione del testo, privilegia le riflessioni sulla differenza tra le culture, sul senso dell’onore e della dignità, lasciando intatti alcuni passaggi del coro, testimone e portavoce del racconto di una schiavitù dolorosa e funesta.

Torna Su