Centro di formazione e Produzione teatrale

ACROSS THE UNIVERSE


Con Antonella Capodiferro, Beatrice Viggi, Eleonora Pasquariello, Federica Crisci, Federica Soprani, Flora Bellotti, Jacopo Colabattista, Leonardo Porcelli, Natascia Aquilani, Vittorio Palombi
Disegno luci Gianluca Cappelletti
Tecnico di scena Davide Sfravara
Regia Michela Sarno

Uno, Eva, Andreia, Petra, Trino e Sara sono gli unici superstiti di un terremoto. Ognuno di loro ha perso qualcuno di caro. Si ritrovano tutti insieme in un deserto che in realtà è un luogo non-luogo. Le loro giornate si consumano nel ricordo dei cari scomparsi con cui parlano, o credono di parlare, attraverso un telefono. Ma dall’altra parte del telefono spesso l’interlocutore è – forse – anche Dio. 

Sono stanchi, disperati, folli. In un impianto chiaramente surreale si intrecciano storie drammatiche ma raccontate spesso attraverso un’ottica ironica. 

Il clima di dubbi e incertezze è rotto dall'improvvisa apparizione di uno "zingaro" misterioso, Rubens, finto mercante ma di fatto sorta di dio che, prima di morire e ricongiungersi con la Natura, aiuterà i protagonisti a riscoprire il senso delle cose e della vita, consegnando in questo modo all'interpretazione di tale figura molteplici significati e simboli che comunque condividono la matrice demiurgica.

Questi personaggi rappresentano l’impasse in cui l’uomo si ritrova nell’affrontare una perdita: bloccato tra la non accettazione e l’incapacità di andare avanti, perso nella difficoltà di dover affrontare la separazione prima fisica e poi spirituale. Ma è solo nell’accettazione senza rimorsi o rancori che si supera l’impasse, aprendosi al cambiamento, grazie al quale sarà possibile trovare una nuova strada nell’universo…


Torna Su